RICETTE SALATE


Per pranzi o cene, idee semplici da realizzare e modificare a piacere, per avere pasti dai sapori naturali: ispiratevi, e date libero spazio alla vostra creatività per realizzare piatti salutari e stuzzicanti!

Coni di sfoglia

Venerdì 9 Agosto 2019



Avevo un pezzo di pasta sfoglia e ci ho improvvisato questi coni ripieni: appetitosi, facili, con la possibilità di variare il ripieno a seconda dei vostri gusti e delle disponibilità del vostro frigorifero.



Dunque stendete la pasta sfoglia in forma rotonda, tagliatela con la rotellina a quadranti e poi iniziate con il ripieno. 

Io ho affettato una zucchina cruda a strisce sottili con il pelapatate, e poi gli ho fatti in due gusti: 

-per Daniele ci ho messo prosciutto crudo e olive verdi, usandole anch per la guarnizione dopo averli arrotolati a cono

-per me ho usato formaggio pecorino fresco e una fettina di pomodoro maturo in ciascun cono, con semi di girasole all'esterno

Preparati i fagottini metteteli su carta - forno e infornate a 180° per circa 15 minuti: sono pronti quando la pasta è dorata. 

Fate freddare e servite con crudità tritate, con  limone e tamari, e verdure saltate in padella.

La pizza è sempre la pizza!

Sabato 5 Gennaio 2019

Ho preparato l'impasto per due persone in una ciotola: 50 gr. di farina di grano saraceno, 100 gr. di farina di riso e 100 gr. di farina semintegrale di grano, con una bella spruzzata di olio, sale e lievito di birra di quello disidratato, sciolto in mezza tazza d'acqua calda con un cucchiaino di zucchero di canna e un cucchiaio di aceto.
Ho lavorato bene l'impasto e l'ho coperto con un canovaccio e con un panno di lana, mettendolo due ore al caldo a lievitare. regolatevi sulla morbidezza: non deve appiccicarsi alle mani, né essere troppo duro altrimenti la lievitazione è più difficoltosa. 

Se volete, fate con sola farina di grano: io la sostituisco in parte per avere meno glutine, e il grano saraceno dà un bel sapore rustico..
Poi ho ripreso l'impasto, l'ho lavorato, steso in due teglie tonde, ed è meglio se lo fate a mano su cartaforno per non interrompere troppo la lievitazione. Ho saltato cipolle e broccoli in poco olio caldo per pochi minuti, separati. 
Ho frullato con minipimer un barattolo di pelati bio con una presa di sale.
Ho cosparso le pizze di pomodoro con un mestolo, poi ci ho versato sopra i broccoli e le cipolle a guarnire. 
Mettete a questo punto un filo d'olio e infornate a forno caldissimo (circa 220°) finché non è quasi pronto (lo vedete dalla pasta, che deve divenire croccante): a quel punto cospargete sulle pizze delle fettine sottilissime di pecorino fresco, infornate ancora cinque-dieci minuti al massimo e siete pronti: buonissima! 


(immagine di sfondo tratta dal web)

Risotto barbabietole e limone

Domenica 16 Dicembre 2018

Mettete in pentola a pressione un bicchiere di riso semintegrale (dosi per due persone), due barbabietole rosse medie, ben spazzolate e tagliate a tocchetti, una decina di foglie di cavolo nero, scorza di limone grattugiata, sale e acqua in proporzione doppia al cereale (anche un dito in più, se lo volete morbido). Fate cuocere 12 minuti dal momento della pressione, poi condite con succo di mezzo limone e scorzette tagliate fini.

E' bellissimo anche a vedersi, ed è un piatto insolito e stuzzicante.

Tortino erbette e primosale

Domenica 16 Dicembre 2018

Lavate circa 500 gr. di erba di campo mista, mettetela in pentola a pressione e cuocetela per due minuti dal fischio, poi fate sfiatare, scolatela bene e sminuzzatela sul tagliere con un coltello.

Mescolatela a un uovo (per due persone), una quindicina di olive verdi, una fetta di primosale di circa 200 gr. schiacciata con una forchetta, sale e un cucchiaio di amido di mais. 

Amalgamate bene e sistemate in piccoli stampi monoporzione, cospargete di semi di sesamo e infornate 20 minuti a 180°.

Servite con verdure stufate al limone.

Tortino erbette e formaggio

Lunedì 19 Novembre 2018

(immagine tratta dal web)

Ogni volta che al mercato dei produttori diretti trovo le erbe miste di campo le prendo sempre: sono vitali, disintossicanti, ricche di minerali e se amate il sapore amarognolo sono ottime, sposandosi bene con il salato e l'agro.

A cottura ultimata ne potete bere l'acqua, che è depurativa e ricca di oligoelementi.

Ho dunque cotto a pressione in pochissima acqua circa 400 gr. di erbette (per due persone), poi le ho ben scolate e tagliuzzate. Ho steso una pasta sfoglia senza glutine sul fondo di mini-stampi a porzione. ci ho messo le erbe, delle olive verdi a pezzetti e ci ho versato sopra una crema ottenuta frullando uno yogurt di pecora con un cucchiaio di farina di riso, qualche foglia di insalata, sale e due pomodori secchi.

Ho guarnito con fettine sottilissime di pecorino fresco, qualche seme di zucca e dopo aver ricoperto con la pasta avanzata ho cotto a 180° per circa 15-20 minuti.

Piatto ricco, che se accompagnato a verdure saltate vi fa una cena completa.